imagealt

Modulistica MOBILITÀ STUDENTESCA - Periodo di Studio all'Estero

Procedure e Accordo formativo

COSA DEVONO FARE GLI STUDENTI CHE VOGLIONO RECARSI ALL’ESTERO

PRIMA DELLA PARTENZA:

·      I genitori degli studenti che intendono frequentare un periodo di studio all’estero (3, 6, 9 12 mesi) inoltrano regolare richiesta al Dirigente Scolastico fornendo informativa sull’associazione o ente che promuove l’iniziativa e sull’Istituto scolastico che sarà frequentato all’estero, sui programmi e sulla durata della permanenza. Le materie e i programmi dovranno essere forniti al più tardi entro il primo mese di soggiorno all’estero.

·      I genitori e l’alunno/a che intende partire stipulano con l’IISS Carlo Urbani un accordo formativo contenente i termini per una proficua esperienza all’estero e riammissione nella scuola italiana.

DURANTE LA PERMANENZA ALL’ESTERO:

·      All’interno del Consiglio di classe si individua un docente tutor che terrà costantemente i contatti con lo/a studente/ssa, di norma ad inizio mese, e gli fornirà indicazioni precise sui contenuti minimi definiti dagli insegnanti della classe italiana che devono essere sviluppati per ogni singola disciplina. Tali contenuti dovranno tener conto della globalità dell’esperienza all’estero e in ogni caso non dovranno impedire il pieno godimento di tale esperienza duplicando, di fatto, l’impegno dello/a studente/ssa.

AL RIENTRO DELLO STUDENTE IN ITALIA:

1.     Per la mobilità della durata di un intero anno scolastico:

  • Lo/a studente/ssa consegna in segreteria copia e traduzione giurata dei seguenti documenti: 

a) certificato di frequenza della scuola straniera;

b) materie svolte con relativi programmi;

c) giudizi e valutazioni nelle singole discipline.

  • Il Consiglio di classe nell’ultima settimana di agosto valuta la documentazione presentata dallo/a studente/ssa anche attraverso un colloquio per degli accertamenti disciplinari che, uniti alla valutazione fornita dalla scuola straniera per le materie comuni e agli apprendimenti informali e non formali acquisiti, contribuiranno all’attribuzione del credito scolastico. In ogni caso è escluso qualsiasi tipo di esame per l’ammissione all’anno successivo.

2.    Per le mobilità inferiori all’intero anno scolastico

  • Lo/a studente/ssa consegna in segreteria copia e traduzione giurata dei seguenti documenti:

a) certificato di frequenza della scuola straniera

b) materie svolte con relativi programmi

c) giudizi e valutazioni nelle singole discipline.

  • Il Consiglio di classe valuta la documentazione presentata dallo/a studente/ssa e definisce un congruo periodo di tempo per il riallineamento dei saperi  (ex- soggiorno di 3 mesi con rientro per le vacanze di Natale, riallineamento previsto per la metà di marzo; soggiorno di 6 mesi con rientro a marzo, riallineamento previsto per la fine dell’anno scolastico)
  • Lo/a studente/ssa verrà regolarmente scrutinato/a a giugno sempre tenendo in debito conto l’esperienza maturata nella scuola straniera e gli apprendimenti informali e non formali acquisiti.

COSA DEVONO FARE I CONSIGLI DI CLASSE CHE ACCOLGONO STUDENTI PROVENIENTI DALL’ESTERO

  • L’associazione o ente che promuove l’iniziativa ovvero l’Istituto scolastico di provenienza presentano richiesta al Dirigente Scolastico per la frequenza dell’alunno/a straniero/a. Sulla base dell’età, la classe di provenienza e i programmi di studio comuni il Dirigente provvede all’attribuzione della classe da frequentare. Il Consiglio di classe idoneo viene informato e viene nominato un docente mentore, di norma il Coordinatore di classe.
  • L’associazione o ente che promuove l’iniziativa ovvero l’Istituto scolastico di provenienza insieme all’alunno/a straniero/a stipulano con l’IISS Carlo Urbani  un accordo formativo-learning agreement  contenente i termini per una proficua esperienza nella scuola italiana.

DURANTE LA PERMANENZA IN ITALIA

  • Il docente mentore determina l’orario scolastico dello/a studente/ssa straniero/a tenendo in debito conto le materie indicate nel contratto formativo e un tempo adeguato per lo studio individuale.
  • Il Consiglio di classe provvede alla valutazione dell’alunno/a per le materie concordate tenendo in debita considerazione il gap linguistico esistente

AL TERMINE DEL SOGGIORNO

  • L’IISS Carlo Urbani fornisce allo/a studente/ssa ovvero all’associazione/ente/istituto scolastico di provenienza i seguenti documenti:

1) certificato di frequenza 

2) materie svolte con relativi programmi 

3) giudizi e valutazioni nelle singole discipline concordate

Allegati
125 Mobilità studentesca - Domanda periodo all'estero - formato esteso [doc]
126 Mobilità studentesca - Richiesta assegnazione tutor [pdf]
128 Mobilità studentesca - Accordo formativo [pdf]
129 Mobilità studentesca - Accordo formativo - obiettivi didattici [pdf]
141 Richiesta mobilità internazionale individuale [pdf]
REGOLAMENTO Mobilita' studentesca [pdf]